Archivi categoria: Something like inspiration

Something like inspiration #4

Buongiorno a tutti! (buongiorno? ma se è mezzanotte e passa!)

Anche questo blog, come tutti gli altri che ho avuto, sta morendo lentamente.
Ebbene si, sono proprio un’ incapace.

Btw, siccome è passato tantissimo tempo dall’ultimo post dedicato a foto stupende trovate qua e là su Flickr, direi che è giunta l’ora del tanto atteso (ma che dico?) Something like inspiration #4!

Prima di mostrarvi le foto però devo mantenere le tradizioni di questo blog ed annoiarvi un pochino, così, per sport!

La prossima settimana inizierà il mio primo stage.
Che dire, sono emozionatissima ed ho una paura micidiale.
Ho paura di non essere capace di fare quello che mi verrà chiesto e robe così.
Per di più il tizo che mi prende come stagista sembra essere stato un grande nel campo della moda e da quello che si dice, dovrebbe essere anche un grande nel campo della fotografia cerimoniale.
Mi ha subito detto che dovrò comprarmi un abito nero per andare con lui ad alcuni matrimoni.
L’idea di indossare un vestito mi ha un po’ terrorizzata inizialmente, sia perchè non l’ho mai fatto, sia perchè non sono proprio il genere di ragazza che indossa vesti.
Poi però ho trovato questo ed è stato amore a prima vista.
Costa poco, è nero, è figo e riuscirei ad ri-utilizzarlo anche al di fuori dei matrimoni. FUCK YEAH.

Per quanto riguarda la fotografia, non ci sono novità, purtroppo.
Sono ferma da un sacco di tempo e mi rendo conto che ho bisogno di imparare nuove cose sia per quanto riguarda la fotografia stessa, sia per quanto riguarda la post produzione.
Insomma, ho bisogno di crescere e migliorare.
Speriamo che questo stage porti qualcosa di buono.

Che dite, vi ho annoiati abbastanza?

Avrei mille cose da dire.
Stasera ho voglia di scrivere, ho voglia di scrivere uno di quei post lunghi quanto la divina commedia.
Ma questo non è un blog personale, o meglio, sto cercando di non renderlo tale, quindi direi che vi siete salvati!

(comunque grazie mille blog, mi hai salvato da tutte quelle pagine di storia dell’arte che avrei dovuto studiare. grazie)

Ok, preparatevi a vedere una montagna di belle foto. (se siete deboli di cuore, io non mi assumo nessunissima responsabilità eh)

Birth of a bird (+2)

59/365

Iron Gates

-

morning flower

Through the silence. [+7]

How daydreamers transcend reality.

Hope

Covered in ice - a beginning of sorts [read the description!]

Sharon (+3)

desert growth

snow

Boccadirosa.

best cinnamon roll in town

a small girl grown

Ok, direi che sono sufficienti!
Spero di avervi mandato in brodo di giuggiole, o come diavolo si dice.

Vi auguro tante belle cose. Peace and love per tutti.
“Bbbboni, state bbbboni”

Alla prossima!

PS: e poi boh, ti ritornano strane fisse per le canzoncine dei vari cartoni animati. asdfghjkl ♥

Uuuuuh, quasi dimenticavo.
DOVETE ascoltare l’ultima canzone che hanno registrato dei miei cari amici (ciao vecchiacci!)
Eccola qua ♫♫♫


Something like inspiration #3

Baanjorno a tutti.

La vita procede alla grande. Finalmente.
Per la prima volta posso dire di avere tutto.
Questo straodinario avvenimento si è portato via una grande dose di nervoso che aveva preso residenza nel mio cervello da ormai troppo tempo.
Meglio così, evidentemente  a volte basta avere un pò di pazienza.

Fotograficamente parlando sono ancora nel buio più totale che ci sia.
In questi ultimi mesi ho scattato veramente poco e quel poco che ne è uscito fuori fa piuttosto pena.
Pazienza, sono periodi. Ogni tanto succede.
(a dire il vero inizio ad esserne piuttosto scocciata, ma che ci posso fare?)
C’est la vie.

Dall’ultima volta che ho scritto su questa sottospecie di blog posso mostravi solo una foto.
Niente di che, però racchiude dentro di sè un momento che per me ha avuto moltissima importanza.
Come al solito la foto è cliccabile :)

I believe in nothing, but the beating of our hearts.

Ma dato che il post si intitola “Something like inspiration #3” forse è giunta l’ora di smetterla di parlare di me e di lasciarvi quelle che sono le più belle foto che ho favvato ultimamente su Flickr!

F1010024
A Room of One's Own
waiting for the world to swallow me whole.
Norms
49/52 - luci, ombre e specchi vuoti
Home
Abyss walks with me [4]
Breathe
the ground is too cold to bury our dead.
conservare inutilità, per poi amarle profondamente. *Explore 18.12.11
finally

Ecco, adesso vi lascio con le vostre facce da babbei ad ammirare questi capolavori.

Auguratemi di riuscire a cancellare il periodo fotograficamente buio e mangiate. Mangiate tanto, che è bello.
(non stavo scherzando, dovete mangiare davvero ù_ù)

Ciao a tutti, belli e brutti (sopratutto ciao a chi fai i rutti ♥)


Something like inspiration #2

Bene, ve lo dico con sincerità: in questo momento mi sto annoiando da morire e siccome stavo cercando qualcosa da fare, ricordandomi di avere uno stupidissimo blog mi sono detta “perchè non ci scrivi un nuovo post mentre aspetti che il moroso torni a casa per andare a trovare Cipolla?”
E quindi eccomi qui.

Non prendetemi per pazza, Cipolla è il nome che ho dato ad una canina randagia che ho trovato la settimana scorsa (o forse no? giù di lì insomma)
L’abbiamo trovata una notte verso l’ una e mezza, ci è venuta incontro piangendo ed abbiamo deciso di “tenerla”.
Scrivo “tenerla” perchè purtroppo nessuno di noi (io ed i miei amici) può realmente ospitarla a casa, quindi per ora sta in un mega capannone che l’università ha dato al mio amico professore per le varie attività scolastiche.
Sicuramente meglio che stare per strada, comunque sia in questo capannone qualcuno di noi almeno una volta a giorno ci capita quindi è tutto ok :)

Oltre a Cipolla, dubito di aver nient’altro da raccontarvi.
La scuola è una noia anche se frequento un indirizzo fotografico, che di fotografico mi rendo conto che ha ben poco.
Insomma, viva gli autodidatti! ma chi cazzo me lo fa fare?
Vabbè, tanto il quella scuola non c’è una cosa che funzioni come dovrebbe..

Bene, credo di aver finito.
Che dire, vi lascio in pace e vi mostro delle foto che rientrano nei miei ultimi preferiti di Flickr!
Sono una più bella dell’altra, anche se devo confessarvi che la mia preferita tra queste sotto è decisamente la prima di Marina Refeur!

[221/365]

J'ai mal a la tete (1)

- Non può piovere per sempre.

[218/365]

Storms.

In a dream land

autumn walks

Moving Pictures

Nymph

4/52

turu turu turu

2

golden fall [Explore]

Postcards from far away

knot

Forse dovrei semplicemente smetterla con questi post.
Mi fanno deprimere in maniera terribile.
Servono solo a farmi rendere conto della mezzasega che sono.
Non è bello, sapete?

Per di più ultimamente mi sembra di fare ancora più schifo del solito, sarà la stanchezza, il nervoso. Non so.
Fatto sta’ che non faccio foto da un fottio di tempo.
Precisamente dal 11 Novembre. Mi faccio schifo da sola.

Se non altro posso dire di essere felice perchè ho “ricominciato” a leggere :)

In questi giorni mi sono polverizzata “Bianca come il latte, rossa come il sangue” di D’avenia Alessandro e “La psichiatra” di Wulf Dorn.

Ieri invece sono andata in libreria ed ho finito i miei ultimi risparmi comprando altri 3 libri ovvero “Orgoglio e Pregiudizio” di Jane Austen (ma che ve lo dico a fare?), “Nel segno della pecora” di Murakami Haruki ed anche “Pugni” di Pietro Grossi (che non mi ispira per niente, però la prof. di Italiano lo richiedeva, eqqqquindi.)

Ah, quasi mi dimenticavo del libro che ho preso insieme alla Repubblica, ovvero “Storia straordinaria di Peter Schlemihl” di Adelbert von Chamisso.
Vi consiglio di tenere d’occhio sia la Repubblica che l’Espresso perchè in questo periodo entrambi i giornali hanno come allegato vari libri! ;)

Boh, speriamo che la lettura riesca a tirarmi un pò su di morale!

Ora che vi ho fatto anche il resoconto della mia libreria penso di poter tranquillamente tornare ad annoiarmi fino alla fine dei miei giorni!

Un’ultima cosa: mi sono fissata con questa canzone. E’ tremendamente bella, ASCOLTATELA!

Ah, se siete riusciti a leggere fino a qui vi faccio i miei più sentiti complimenti, era un post noiosissimo, peggio della solita zanzara che quando vai a letto ti ronza nell’orecchio.


Something like inspiration #1

Ed ecco che vi presento lo SLI, che no, non è una nuova droga allucinogena.
SLI, come dice il titolo, altro non è che la sigla di Something like inspiration.

“E quindi?” direte voi.

E quindi niente, su vari blog che seguo ho visto che spesso dedicano post interi alla condivisione di foto bellissime ed ho sempre pensato che fosse una cosa carina coccolosacucciolosapucipuci ma anche no e adesso che anche io ho un blog mi sono detta “Acciderbolina perbacco accidenti al babbo becco: perchè non lo faccio anche io?”

E sia!

Tanto per essere chiari, io ODIO le sigle, SLI compreso,  ed è per questo che non la userò più, era giusto per dargli un nome ecco.
Però cavolo!, sulla terra ci sono così tanti stronzi con un nome, che mi sembrava un’ingiustizia non darne uno anche a questo coso tipo di post!

Bando alle ciance e ciancio alle bande, cominciamo!

can't wait by benedetta.boveri

She expected the world by -Mad

invading homes by brookeshaden

Autumn. by Joana Sorino

Untitled by moorsmordre

My back.

I'm gonna blow myself away. (explored)

and rose again

Summer is behind our backs.

like scratches

on fire

Ok, direi che mi sono sufficientemente mangiata le mani dall’ invidia.
Diciamo che ho trovato il modo perfetto per sentirmi una merda. Anzi peggio, una merda sciolta spiaccicata da un camionista sudato di 150kg (Ciao camionisti, vi amo! *-*) dopo una corsa sull’acqua con in braccio nonna Pina senza dentiera.
Insomma, una mmmerda!

Prima o po riuscirò a fare uno scatto che si avvicini anche lontanamente a questi qui sopra? ç_ç
Vabbè, lamentele a parte direi che per oggi può bastare!

Inoltre sta per arrivare l’ora della cacca, quindi!

Hasta luego!